Patologie e cure

Presso lo Studio si eseguono terapie manuali e strumentali per patologie articolari, osteoarticolari, del sistema nervoso e della colonna vertrebrale.

Si eseguono trattamenti e cure per patologie traumatiche derivanti da infortuni di tipo sportivo, sul lavoro, incidenti domestici o causati da un qualunque evento accaduto nella vita quotidiana.

Riabilitazione a seguito di fratture, semplici o complesse, a seguito di interventi chirurgici ricostruttivi e post traumatici.

Riabilitazione delle protesi articolari (spalla, anca, ginocchio).

Si eseguono terapie per traumi, contusioni, distorsioni, contratture.

Rieducazione per traumi derivanti da lesioni a carico del sistema nervoso centrale e periferico.

Le disabilità motorie o psicomotorie sono trattate sia a scopo terapeutico sia al fine della rieducazione funzionale se causate da patologie congenite o sopraggiunte per cause successive legate a interventi chirurgici.

Si eseguono terapie manuali per patologie a carico della colonna vertebrale sia di tipo acuto che cronico.

 

- Patologie articolari

Le articolazioni, da un punto di vista meccanico, costituiscono un collegamento mobile tra due o più ossa. Esistono collegamenti costituiti da ossa e cartilagine mobile, ma le vere e proprie articolazioni si contraddistinguono per la caratteristica superficie articolare ossea ricoperta di cartilagine e per una capsula articolare che produce sinovia.

Traumi causati da distorsioni, usura, malfunzionamento possono essere la causa di patologie più o meno gravi a carico delle articolazioni.

Le patologie articolari riguardano più frequentemente l’articolazione della spalla, del ginocchio e dell’anca.

Per quanto riguarda le ultime due zone, si può affermare che il principale problema è generalmente legato all'artrosi, mentre più varie sono le ragioni che implicano una patologia alla spalla.

Il problema dell’artrosi affligge prevalentemente il sesso femminile in età avanzata la cui sintomatologia è rappresentata da forti dolori a carico delle articolazioni e/o della colonna vertebrale nei vari tratti.

L'artrosi si sviluppa nel tempo e può restare asintomatica a lungo per poi manifestarsi all’improvviso e rivelarsi come una patologia cronico-degenerativa delle articolazioni coinvolte.

Le cause possono essere svariate ma l’eccesso di pressione e l’usura modificano nel tempo la morfologia dell’articolazione innescando un processo degenerativo del tessuto osseo che causa, a sua volta, infiammazioni locali che danneggiano l’articolazione.

Il sintomo è rappresentato dal dolore che si intensifica con l’avanzare degli anni, con dolori più acuti al mattino per poi diminuire lentamente nel corso della giornata.



- Patologie della Colonna Vertebrale

La colonna vertebrale ha la funzione di sostenere il nostro organismo.

Responsabile della postura del nostro fisico, riesce a contenere i nostri movimenti riportando il corpo nella condizione di equilibrio. Sostiene la testa, permette la flessione e la rotazione del busto nello spazio, consente l’orientamento del cranio e funge da collegamento ai segmenti ossei. Protegge il midollo spinale contenuto nel canale vertebrale.

E’ composta da un insieme di sezioni ossee sovrapposte, le vertebre, che grazie alla loro forma, diversa per tratti di colonna (cervicale, dorsale e lombare), le conferiscono la possibilità di sostenere ed articolare l’intero corpo dotandolo della massima mobilità.

Svariate sono le patologie a carico della colonna vertebrale.

I soggetti più colpiti sono le donne, le persone avanti con l’età, gli obesi o coloro che hanno subito traumi o infortuni.

Comunemente il dolore alla schiena, nei soggetti che si rivolgono ai centri fisioterapici, è riconducibile a forme più o meno gravi di: cervicalgia o cervicobrachialgia, discopatia, ernia discale, lombalgia o lombo-sciatalgia, protusione discale, scoliosi, spondilolistesi opportunamente diagnosticate con indagini strumentali e visite ortopediche specialistiche.



- Patologie traumatiche

E' frequente che traumi di natura sportiva o infortuni nella vita quotidiana causino danni alle articolazioni che, per la specifica funzione del nostro corpo, risultano più esposte a eventi di questo tipo. 

Anche la colonna vertebrale può subire delle lesioni a seguito di eventi traumatici, in ragione della diversa zona della colonna interessata dall’evento stesso (cervicale, dorsale, lombare).

I tratti più esposti ai traumi sono il tratto cervicale e il tratto lombare, sia per la maggiore esposizione agli eventi (es. collo: colpo di frusta), sia per gli aspetti morfologici della stessa colonna.

Nei casi più gravi le lesioni possono generare patologie neurologiche derivanti dai danni arrecati al midollo spinale.